CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Per chi si diletta in cucina.

Moderatori: paola, Margherita

Regole del forum
Questo forum è destinato a raccogliere esclusivamente le ricette di chi si dedica, per diletto o per necessità, alla cucina. Qualsiasi post o discussione non attinente sarà immediatamente cancellato.
Avatar utente
chiaralaura1
socievole
socievole
Messaggi: 1268
Iscritto il: 05/08/2007 - 22:06
Sesso: Femminile
Patologia: Parente/amico
Località: Bolzano

CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120441 chiaralaura1
11/02/2013 - 20:10

Canederli con lo Speck - Ricetta classica

Ingredienti per i canederli con lo Speck ( per 4 persone - 8 canederli ):

350 g di pane raffermo. Si usa pane bianco ( panini, rosette con la crosta ) tagliato a dadini di circa mezzo cm di lato.

250 g di Speck dell’Alto Adige con la sua parte di grasso, tagliato a dadini fini di 2-3 mm di lato, tenendo presente che se sono troppo grossi compromettono la tenuta del Knödel

2 uova

1/2 di latte

1 cucchiaio di cipolla, tritata finemente

1 cucchiaio di burro

2 cucchiai di prezzemolo tritato

1 cucchiaio di erba cipollina tritata

farina, la minor quantità possibile, non oltre 30 grammi

sale e pepe e Trentin Grana

Rosolare lo speck a parte, per sgrassarlo, imbiondire la cipolla nel burro ed aggiungere lo Speck rosolato a parte. In un recipiente mettere ad ammollare il pane con il latte, ( meglio se caldo ) lasciarlo in ammollo circa 30 minuti, strizzate il pane dal latte rimasto ed aggiungervi il soffritto di speck e cipolla. Sbattere le uova, il prezzemolo e l'erba cipollina, aggiungete il tutto all’impasto sopra, pepate e salate con moderazione vista la presenza dello Speck. Se volete aggiungete del Trentin Grana sempre con moderazione, vista la presenza dello speck che è già saporito. Mescolate il tutto con cautela e lasciare riposare per 15 minuti o poco più.

Aggiungere un po' di farina; ( Solo se notate che l’impasto ottenuto è troppo molle ) la quantità deve variare a seconda della consistenza del pane bagnato e può essere valutato nella giusta misura solo con l'esperienza; in genere uno o due cucchiai di farina devono essere sufficienti. La farina può essere ulteriormente diminuita e persino eliminata, specialmente se si usa latte caldo.

Formare con le mani i Canederli ( Knödel ) nella forma di palle di diametro di circa 5-6 cm. Sia in questa fase che nella precedente è importante che il pane venga lavorato con delicatezza in modo che non si spiaccichi ma conservi la sua struttura porosa. Il Knödel non deve essere né asciutto né molle. Se è troppo molle, non rassodare con farina ma con il pangrattato ( tostato con del burro o dell’olio d’oliva valutate voi ).

Il Canederlo ( Knödel anche quello da servire in brodo ) va messo in acqua salata bollente e poi cotto per 15 minuti circa al minimo bollore.

Possibilità di servirli in brodo tipo tortellini, oppure scolati e saltati nel burro fuso, aromatizzato alla salvia e aglio, spolverati con del Trentin Grana. Oppure serviti su di una vellutata - fonduta di “ Puzzone di Moena “.

Paola, noi al posto della farina e/o del pangrattato, se sono troppo molli, o umidi, usiamo mezza patata schiacciata.

Avatar utente
Margherita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1425
Iscritto il: 30/05/2008 - 20:05
Sesso: Femminile
Patologia: M. di Crohn
Località: Salerno

Re: CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120443 Margherita
11/02/2013 - 20:57

Io farei un disastro, non sono molto ferrata in cucina ... boni comunque Tirol :slurp:
" Spesso si dà sollievo ai propri mali quando se ne parla " Pierre Corneille

Avatar utente
Mario
animatore
animatore
Messaggi: 2109
Iscritto il: 04/11/2008 - 16:05
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Livorno

Re: CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120446 Mario
11/02/2013 - 22:44

Li ho assaggiati in Baviera... :wink: .... mai più...
la vera gioia non sta nel non cadere mai ma nel rialzarsi sempre

Avatar utente
ezio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1242
Iscritto il: 04/10/2007 - 19:55
Sesso: Maschile
Patologia: R.C.U.
Località: Milano

Re: CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120448 ezio
11/02/2013 - 22:59

ragazze perchè nn andate a masterchef?

vi ci vedo...

barbieri: ragasse forsa che manca due minuti,cominciate a impiattare!!!

cracco: ha detto che mancano 2 minuti,vi sbrigate?? alooooooooora!!!

Avatar utente
Corry76
partecipe
partecipe
Messaggi: 88
Iscritto il: 20/06/2006 - 10:43
Sesso: Maschile
Patologia: R.C.U.
Località: Reggio Emilia

Re: CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120449 Corry76
11/02/2013 - 23:04

Buonissimi, in brodo i miei preferiti! :chef: Ogni volta che passo dal sud tirolo li mangio!
Corrado

Avatar utente
chiaralaura1
socievole
socievole
Messaggi: 1268
Iscritto il: 05/08/2007 - 22:06
Sesso: Femminile
Patologia: Parente/amico
Località: Bolzano

Re: CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120464 chiaralaura1
12/02/2013 - 18:08

@ Mario, per te abbiamo sempre pronta della buona pasta al burro o al pomodoro.

P.S. Mario La nostra specialità è macceroncini al caffè, conditi con ragù di DAINO, non puoi immaginare, come il caffè nell'impasto esalti il sapore della selvaggina.

Ciao dal Sud Tirolo.

Avatar utente
chiaralaura1
socievole
socievole
Messaggi: 1268
Iscritto il: 05/08/2007 - 22:06
Sesso: Femminile
Patologia: Parente/amico
Località: Bolzano

Re: CANEDERLI ( KNODEL ) CLASSICI

Messaggio: #120465 chiaralaura1
12/02/2013 - 19:06

GNOCCHETTI TIROLESI ( SPATZLI ) AGLI SPINACI.

Ingredienti:

Per l’impasto:

200 gr. Farina
3 uova
3 cucchiai di latte
250 gr. di spinaci lessati e tritati ( Si possono anche non mettere gli spinaci )
1 cucchiaio di olio extra-vergine d'oliva
Sale e pepe quanto basta.

Per il condimento:

100 gr. speck in una sola fetta
1 cipolla piccola
2 cucchiai di ricotta affumicata grattugiata o Trentin Grana
3 cucchiai di panna da cucina
burro
sale e pepe quanto basta.

Preparazione:

Preparare gli spatzli: mettere in una terrina la farina, le uova, gli spinaci ben strizzati, il latte e il sale; lavorare energicamente il composto fino ad ottenere una pasta molto morbida. Portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua salata; far scendere gli spatzli nell'acqua attraverso lo schiacciapatate ( in mancanza dell'utensile versare il composto nell'acqua con un cucchiaino ). Scolarli con la schiumarola appena vengono a galla, versarli in acqua fredda e farli raffreddare; scolarli di nuovo e stenderli in una pirofila spennellata d'olio affinché non attacchino. Conservare un poco di acqua di cottura che può servire per il condimento. Preparare il condimento: tagliare a striscioline lo speck; ( Farlo soffriggere a parte, per eliminare l’unto del grasso ), pulire la cipolla, lavarla e tritarla finemente; metterla in un tegame con il burro e farla appassire senza lasciarla colorire; unirvi le striscioline di speck rosolate e sgrassate farle appena scaldare; salare e pepare. Aggiungere infine gli spatzli e la panna e farli scaldare mescolandoli con un cucchiaio di legno, aggiungere qualche cucchiaio di acqua di cottura degli spatzli se necessario. Versarli nel piatto di portata e servirli subito accompagnandoli con la ricotta grattugiata o del Trentin Grana


Torna a “Ricette”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite