Proteina c Reattiva

Esami del sangue e delle feci, calprotectina, biopsie, esame istologico.

Moderatori: paola, Margherita

Avatar utente
Mario
animatore
animatore
Messaggi: 1830
Iscritto il: 04/11/2008 - 16:05
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Livorno

Proteina c Reattiva

Messaggio: #130177 Mario
29/08/2017 - 15:04

L’infiammazione è una sorta di reazione del nostro organismo di fronte a uno stimolo. Talvolta l’infiammazione è ben visibile, ma in altri casi non dà segno di sé.
Per verificare se nel nostro organismo è in corso un’infiammazione è possibile eseguire alcuni test; la presenza della proteina C-reattiva nel sangue periferico, per esempio, può essere un indice importante di infiammazione. Ma come misurarla e come questa può essere di aiuto? Ne ha parlato il professor Carlo Selmi, Responsabile di Reumatologia e Immunologia clinica in Humanitas, in una recente intervista al Corriere della Sera.
La proteina C-reattiva (PCR) è prodotta dal fegato e la si trova nel sangue periferico. La sua immissione nel circolo sanguigno avviene in risposta a processi infiammatori e dunque i suoi livelli nel sangue aumentano in maniera significativa se è in corso un’infiammazione. È considerata una delle “proteine della fase acuta”, come per esempio la VES, ovvero la velocità di sedimentazione dei globuli rossi.
Laddove si sospetti un’infiammazione o la contrazione di un’infezione è possibile, con un semplice esame del sangue, verificare i livelli della proteina C-reattiva nel sangue.
I livelli della proteina C-reattiva consentono di confermare o escludere la presenza di un’infiammazione, ma non possono indicare dove questa sia collocata. Se l’esame si rivela positivo, l’infiammazione potrebbe essere dovuta a diverse patologie (tumori, tubercolosi, malattie infiammatorie croniche intestinali, polmonite pneumococcica, lupu eritematoso sistemico, artrite reumatoide) e occorre collocare il risultato del test nel quadro del sospetto diagnostico.
Se la causa dell’infiammazione è nota, come una malattia autoimmune caratterizzata da infiammazione cronica, misurare la proteina C-reattiva potrebbe essere utile per valutare la fase di riacutizzazione o di quiete della patologia, verificando se la terapia stia funzionando in maniera adeguata o meno e dunque ridefinirla, se necessario. Il test può essere di aiuto anche per capire se il paziente che ha contratto un’infezione sta guarendo.
In media, i valori di riferimento della PCR sono inferiori a 5-10 mg/L, ma possono essere espressi anche come mg/dL, con limiti pertanto di 10 volte inferiori (0,5-1).
Occorre sottolineare però che alcune malattie infiammatorie, anche in fase di attività, non presentano elevati livelli della PCR e che la dimensione del rialzo non è necessariamente legata alla severità dell’infiammazione, se non nel tempo. Alti livelli della proteina C-reattiva inoltre, possono registrarsi anche durante la gravidanza, nelle donne che assumono contraccettivi o che sono sottoposte a terapia ormonale sostitutiva.
la vera gioia non sta nel non cadere mai ma nel rialzarsi sempre

Avatar utente
ezio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1118
Iscritto il: 04/10/2007 - 19:55
Località: Rosate (mi)
Contatta:

Re: Proteina c Reattiva

Messaggio: #130179 ezio
30/08/2017 - 12:59

articolo interessante mario.
giusto sottolineare la diversa unità di misura: io a gennaio feci il prelievo qui in paese ed ebbi come risultato 77,7. mi venne un colpo, pensavo che fosse una situazione drammatica, cioè di avere di il valore fuori norma di 77 volte. invece qui usano una unità di misura diversa rispetto humanitas, dove la mia pcr sarebbe stata 7.7, ovvero 7 volte sopra la norma. valore alto ma non altissimo.
mi hanno spiegato che 77 di pcr non lo ha nemmeno uno che sta tirando le cuoia :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Avatar utente
giuseppe
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 949
Iscritto il: 30/12/2004 - 13:59
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Gaeta/Lugo
Contatta:

Re: Proteina c Reattiva

Messaggio: #130183 giuseppe
30/08/2017 - 16:49

Io rientro fra quei casi in cui la PCR non rappresenta un indice significativo dell'attività del crohn.
Giuseppe

Avatar utente
Mario
animatore
animatore
Messaggi: 1830
Iscritto il: 04/11/2008 - 16:05
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Livorno

Re: Proteina c Reattiva

Messaggio: #130184 Mario
30/08/2017 - 20:48

infatti Giuseppe, nemmeno io. In piena recidiva, ricoverato in attesa di intervento, avevo PCR a 1,8.
la vera gioia non sta nel non cadere mai ma nel rialzarsi sempre

Avatar utente
Margherita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1243
Iscritto il: 30/05/2008 - 20:05
Sesso: Femminile
Patologia: M. di Crohn
Località: Salerno

Re: Proteina c Reattiva

Messaggio: #130188 Margherita
31/08/2017 - 15:09

Interessante Mario, non sapevo e non sono stata nemmeno informata dalla mia ginecologa, che livelli alti potessero verificarsi nell' assunzione di terapia ormonale sostitutiva. Ecco perchè la mia pcr negli ultimi anni è altina :roll: Comunque, in fase di recidiva, è molto attendibile .... e meno male aggiungo :)
" Spesso si dà sollievo ai propri mali quando se ne parla " Pierre Corneille


Torna a “Esami di laboratorio”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti