discorsi da estate

Essendo le M.I.C.I. malattie dell'apparato digerente, molti si chiedono quale ruolo possa svolgere l'alimentazione: non esistono diete miracolose e valide per tutti gli ammalati.

Moderatori: paola, Margherita

Avatar utente
Mario
animatore
animatore
Messaggi: 1783
Iscritto il: 04/11/2008 - 16:05
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Livorno

discorsi da estate

Messaggio: #127015 Mario
03/08/2016 - 11:42

“Le bevande ghiacciate fan venire il mal di pancia”, vero o falso?

Lo sai che le bevande gassate aumentano l’acidità di stomaco?
Con il caldo le bevande ghiacciate aiutano senza dubbio a rinfrescarsi. Molti però credono che bere bevande ghiacciate faccia venire il mal di pancia. Vero o falso? Risponde la dottoressa Beatrice Salvioli, Gastroenterologa, Unità Operativa Gastroenterologia Clinica di Humanitas.
“Vero. Anche se non sempre e non in tutte le persone, le bevande ghiacciate fanno venire mal di pancia. Le persone che già soffrono di mal di pancia cioè hanno il colon più “sensibile” già sanno che le bevande ghiacciate scatenano sintomi come crampi, gonfiore e fastidio addominale e per questo motivo si tengono alla larga non solo dalle bevande ghiacciate ma anche da tutto ciò che è freddo. Infatti, il mal di pancia da bevande ghiacciate capita più frequentemente nelle persone che già soffrono di irritabilità intestinale e coliti perché il freddo determina la contrazione della muscolatura intestinale provocando i crampi addominali – spiega l’esperta. – Inoltre bevande ghiacciate possono rallentare i processi digestivi fino a provocare una vera e propria “congestione”, ovvero una serie di disturbi dai crampi alla diarrea fino alla sudorazione profusa e allo svenimento dovuti al sovraccarico di sangue che affluisce all’intestino a seguito dell’assunzione di bevande ghiacciate in un corpo surriscaldato dal caldo. Per evitare di rovinarsi le uscite estive con crampi e mal di pancia, meglio quindi evitare le bevande ghiacciate per rinfrescarsi e preferire bevande a temperatura ambiente soprattutto se già si soffre di irritabilità intestinale. Verrà forse meno il piacere di bere delle rinfrescanti bevande ghiacciate ma le uscite estive non saranno rovinate dai loro effetti sull’intestino.”
la vera gioia non sta nel non cadere mai ma nel rialzarsi sempre

Avatar utente
Margherita
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1220
Iscritto il: 30/05/2008 - 20:05
Sesso: Femminile
Patologia: M. di Crohn
Località: Salerno

Re: discorsi da estate

Messaggio: #127028 Margherita
03/08/2016 - 21:27

Mai bevute bevande ghiacciate, non mi dissetano, sempre a temperatura ambiente e meno maale :)
" Spesso si dà sollievo ai propri mali quando se ne parla " Pierre Corneille

Avatar utente
Mario
animatore
animatore
Messaggi: 1783
Iscritto il: 04/11/2008 - 16:05
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Livorno

Re: discorsi da estate

Messaggio: #127030 Mario
04/08/2016 - 11:21

Ghiacciate no, ma fresche fresche si eh
la vera gioia non sta nel non cadere mai ma nel rialzarsi sempre

Avatar utente
chiaralaura1
socievole
socievole
Messaggi: 1266
Iscritto il: 05/08/2007 - 22:06
Sesso: Femminile
Patologia: Parente/amico
Località: Bolzano

Re: discorsi da estate

Messaggio: #127067 chiaralaura1
19/08/2016 - 20:38

Grazie mille Mario, per l'interessante lettura.

P.S. Noi adoriamo le bevande fresche ( acqua, te', birra, vino bianco - rosso ) da frigorifero in estate. Mai aggiunto ghiaccio nei bicchieri, solo il fresco dei liquidi da frigorifero.

Ciao dalle Sud Tirolesi al completo.

Avatar utente
Mario
animatore
animatore
Messaggi: 1783
Iscritto il: 04/11/2008 - 16:05
Sesso: Maschile
Patologia: M. di Crohn
Località: Livorno

Re: discorsi da estate

Messaggio: #130134 Mario
10/08/2017 - 11:04

Dottoressa Beatrice Salvioli
Gastroenterologa, Unità Operativa Gastroenterologia Clinica di Humanitas.

Sindrome del colon irritabile, in estate attenzione alle bibite gassate


Uno dei disturbi gastrointestinali più comuni è la sindrome dell’intestino irritabile. Molte persone colpite da questa condizione riferiscono di star male dopo aver consumato determinati cibi: avvertono i sintomi o avvertono un peggioramento dei sintomi, ad esempio, dopo aver mangiato ad esempio verdure come insalata a foglia larga o legumi. Ma tra gli alimenti cui stare attenti possono esserci anche delle bevande. Ne parliamo con la dottoressa Beatrice Salvioli, gastroenterologa di Humanitas.
I sintomi della sindrome del colon irritabile sono diversi e spesso variano da individuo a individuo. Tra i più frequenti ci sono dolori addominali, gonfiore e meteorismo e irregolarità intestinale: alcuni soggetti lamentano costipazione, altri diarrea, altri entrambi.
Oltre a fare attenzione al tipo di alimento ingerito, alcuni individui possono accusare un riacutizzarsi del disturbo anche dopo aver consumato pasti più abbondanti. Per evitare di dover fare i conti con la sindrome dell’intestino irritabile è consigliato prendere nota dei momenti in cui si sono accusati i sintomi per tener traccia di cosa si è mangiato. O bevuto. Ci sono infatti alcune bevande che rientrano fra gli alimenti scatenanti i sintomi: «Sicuramente le bibite zuccherate e/o gassate che amiamo bere soprattutto durante il periodo estivo, possono creare disturbi in chi ha l’intestino irritabile per vari motivi».
Ecco i motivi: «Innanzitutto la temperatura fredda o ghiacciata delle bevande non è ben tollerata da un organismo sottoposto a temperature ambientali molto elevate e questo, oltre a causare una vera e propria congestione, non è ben tollerato da un tratto digestivo sensibile come è quello dei pazienti con sindrome dell’intestino irritabile», spiega la specialista.
«In secondo luogo le bollicine di queste bevande aumentano la sensazione di gonfiore a stomaco e pancia. Non ultimo, gli zuccheri di queste bevande aumentano la fermentazione da parte della flora batterica con conseguenze sui sintomi spesso lamentati dai pazienti e quindi meteorismo, borborigmi e, in alcuni casi, episodi di dissenteria».
La regola è non esagerare: «Nelle persone con intestino irritabile sarebbe meglio evitarle, soprattutto durante i mesi molto caldi e afosi. Non significa che le debbano eliminare completamente, ma farne un uso limitato e soprattutto berle lentamente. Ovviamente l’acqua fresca, e non gelida, rimane sempre l’opzione migliore. Le tisane che fanno tanto bene a questi intestini si possono consumare, in estate, a temperatura tiepida», conclude la dottoressa Salvioli.
la vera gioia non sta nel non cadere mai ma nel rialzarsi sempre

Avatar utente
chiaralaura1
socievole
socievole
Messaggi: 1266
Iscritto il: 05/08/2007 - 22:06
Sesso: Femminile
Patologia: Parente/amico
Località: Bolzano

Re: discorsi da estate

Messaggio: #130142 chiaralaura1
14/08/2017 - 20:31

Grazie mille Mario.

Ciao Manuela, Sophia, Katia, Andrea, Sara, Laura, Chiara, Giorgia, Aurora/Anastasia.


Torna a “Alimentazione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite